LA SCUOLA, LABORATORIO DI DEMOCRAZIA E LIBERTÀ

Il giorno diciotto febbraio i ragazzi dell’I.C.S. Armaforte hanno partecipato ad un incontro dibattito con le sorelle Andra e Tatiana Bucci, sopravvissute all’orrore dei campi di sterminio nazisti durante il Secondo Conflitto Mondiale.
Alla luce della grave crisi internazionale alla quale stiamo assistendo, mai come oggi è necessario che la scuola sia custode dei valori di democrazia e libertà, stabiliti dalla nostra Costituzione e conquistati con il sacrificio dei nostri padri.
L’articolo 21, Democrazia: bene universale, sancisce un valore imprescindibile dalla dignità della persona. La nostra storia recente, raccontata dai protagonisti, diventa quindi un importante momento di riflessione e di confronto su temi come la libertà, la dignità umana, l’uguaglianza e il valore della vita.

Manifesto dell'incontro con le sorelle Andra e Tatiana Bucci

Il dovere della memoria non è un semplice slogan, ma una necessità in un momento in cui si ha la sensazione di essere ripiombati in un passato che sembrava ormai sepolto.
La viva e attiva partecipazione degli alunni all’iniziativa dimostra quanto sia importante il ruolo della scuola, insieme con quello delle famiglie, nello sviluppo della coscienza civica di ciascun cittadino, nella speranza che in un futuro di pace si possano raccogliere i frutti di quanto si è seminato attraverso lo studio e la riflessione.
Si ringraziano le Signore Andra e Tatiana Bucci per la disponibilità a partecipare alla nostra iniziativa facendosi portavoce anche dei bambini che hanno condiviso con loro questa terribile esperienza ma che purtroppo, parafrasando Guccini, sono “passati per il camino e adesso sono nel vento”.

La referente
Prof.ssa Margherita Lo Iacono

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.