Trentennale della ratifica della Convenzione ONU

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

SUI DIRITTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA IN ITALIA

Il 27 maggio l’UNICEF ha celebrato i trent’anni della ratifica da parte dell’Italia della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, il testo che riconosce tutti i bambini e le bambine, gli e le adolescenti del mondo come titolari di diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici.

Approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, la Convenzione è stata ratificata dall’Italia il 27 maggio 1991 con la legge n. 176.
Con i suoi 54 articoli, essa si fonda su quattro principi fondamentali: la non discriminazione, il superiore interesse del minorenne, il diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo del bambino e dell’adolescente e l’ascolto delle sue opinioni.
In occasione di tale ricorrenza, l’UNICEF ha proposto a tutte le istituzioni scolastiche, e soprattutto alle scuole iscritte al programma “Verso una scuola amica dei bambini e dei ragazzi”, l’iniziativa “Lunga vita ai diritti”, una riflessione sui diritti ritenuti maggiormente rispettati, in questo specifico momento, da bambini, bambine e adolescenti.

L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo dagli alunni e dai docenti del nostro Istituto; tante le classi della scuola primaria e della scuola secondaria di I grado che hanno partecipato al laboratorio “l’Infinito dei diritti”, un percorso di scoperta e riflessione degli studenti sui propri diritti e sulle responsabilità ad essi connesse, attraverso:

  • la lettura condivisa dei diritti fondamentali contenuti nella Convenzione ONU, con particolare riferimento a quelli selezionati ad hoc dall’Unicef
  • la riflessione sui contesti di vita degli alunni e sui diritti effettivamente rispettati nella propria realtà
  • il ruolo attivo dello studente, la libera espressione delle opinioni personali e l’ascolto da parte degli adulti
  • la condivisione degli obiettivi ritenuti maggiormente rispettati
  • la realizzazione alla lavagna dell’infinito dei diritti, una rappresentazione grafica a forma di infinito riportante nei due “centri” i diritti ritenuti maggiormente rispettati.

I grafici elaborati, inviati all’UNICEF, saranno pubblicati in un’apposita galleria fotografica dedicata al trentennale della ratifica.

Ricordiamo, infine, che l’Istituto Armaforte, da circa un decennio, aderisce al progetto “Verso una scuola amica”, programma finalizzato alla diffusione della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e a garantire a tutte e a tutti il diritto all’apprendimento attraverso la realizzazione dei diritti sanciti dalla Convenzione, grazie a percorsi e metodologie che mantengano alta l’attenzione su inclusione, partecipazione e ascolto del punto di vista di alunni e alunne.
Con la partecipazione all’iniziativa, da anni l’Unicef conferisce al nostro Istituto il titolo di “Scuola amica dei bambini e dei ragazzi” e consente l’uso dell’ormai famoso logo, la maglietta blu con il titolo del progetto.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.