Videoconferenza del Magistrato Leonardo Guarnotta

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

PROGETTO CITTADINANZA ATTIVA

In occasione della ricorrenza della strage di Capaci, martedì primo giugno 2021 gli alunni delle classi terze della Scuola Secondaria di I grado hanno incontrato in videoconferenza il Magistrato Leonardo Guarnotta.

Dal 1984, su invito  del Consigliere Istruttore Gioacchino Caponnetto, il dottor Guarnotta entrò a far parte del pool antimafia, nato pochi mesi prima a Palermo.
Insieme ai giudici Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e Giuseppe Di Lello il pool inaugurò una nuova stagione investigativa e giudiziaria il cui metodo d’indagine si basava sull’analisi dei conti bancari e sulle testimonianze dei collaboratori di giustizia che svelarono la struttura dell’organizzazione mafiosa di Cosa Nostra.
Il grande lavoro del pool culminò con l’istruzione del maxi processo a Palermo che durò dal 10 febbraio 1986 al 30 gennaio 1992, giorno in cui la Corte di Cassazione confermò le condanne del processo di I grado: diciannove ergastoli e pene detentive per un totale di 2665 anni di reclusione.
Conclusosi il maxi processo, che diede un duro colpo all’organizzazione mafiosa,  Cosa Nostra, per ritorsione, organizzò tra maggio e luglio 1992 gli attentati di Capaci e di via D’Amelio in cui persero la vita i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, gli agenti delle scorte e il magistrato Francesca Morvillo, moglie di Falcone.

L’incontro è stato introdotto dal Dirigente Scolastico il quale ha posto l’accento sul ruolo della scuola nella formazione dei giovani per indirizzarli verso i valori di democrazia, libertà e cittadinanza consapevole e su quanto sia importante la conoscenza diretta dei testimoni della nostra storia recente come preziosa opportunità di formazione e di crescita personale.

Le domande e le riflessioni degli alunni hanno animato un ampio dibattito su vari temi che hanno spaziato dalla sfera personale dei rapporti del giudice Guarnotta con i colleghi Falcone e Borsellino, al lavoro di squadra svolto dal pool antimafia, fino al maxi processo e alla trasformazione del fenomeno mafioso dal periodo stragista ai nostri giorni.
Va riconosciuta al dottor Guarnotta la capacità di parlare ai giovani di argomenti molto seri e complessi con linguaggio semplice e diretto e la disponibilità nel rispondere agli innumerevoli quesiti posti dagli alunni animati dalla curiosità e dalla voglia di approfondire alcuni temi trattati in classe nel corso del triennio.

La Docente Referente
Margherita Lo Iacono

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.